Pagina 1 di 1

Podio "younger" alla Scala ...

MessaggioInviato: 29/03/2012, 18:10
da Tuttiallopera
Non so se abbiate o meno visto in tv...





Alla domanda "Eri stato prima alla scala?" egli rispose: "no, mai".
Devo dedurre che non abbia mai assistito ad alcunchè in quel teatro? Nessun concerto sinfonico? Nessun'opera?


Alla domanda "Conoscevi già l'orchestra?" egli rispose : "no"
Devo dedurre che non abbia consapevolezza/cognizione di quali siano i tratti distintivi (pregi/difetti e blablabla) sia dell'orchestra come corpo-unico sia dei suoi componenti?

E io mi perplimo assai:
non aver mai assistito a nulla equivale a non avere consapevolezza diretta della PECULIARITA' suono/luogo
non conoscere pregi/difetti dello specifico complesso orchestrale equivale a giocare a moscacieca, girare la ruota e sperare che esca la lettera che ti occorre, altrimenti riesci solo a scrivere ostrogoto (e il calcolo delle probabilità che vi siano ostrogoti in sala non t'aiuta, ahinoi)


Quanto sopra mi fa immaginare che:
affidare la direzione ad un giovane direttore sì, ma imbrigliato in qualcosa di "solidamente radicato" a cui egli non possa apportare alcunchè di proprio:
avete presente quando nonna prepara il ragù e nipotino vuol partecipare al dosaggio-ingredienti?
Nonna dà il mestolo rimesta-ragù a nipotino ma si guarda bene dal dargli modo di aggiungere alcun ingrediente. Il ragù è di nonna, tu, bimbo mio,puoi solo rimestare.


Che poi, volendo essere chef, tra le ricette possibili ti capiti una tra le ragioni che dà valore all'essere vivi (respiranti, pensanti, parlanti, memoranti etc etc etc) - NozzeFigaro per me è tra quelle ragioni - si resti a balbettare in ostrogoto col mestolo di nonna, ciò ha paternità che arrivano da lontano.

Uno chef frequenta la cucina, ne conosce ogni recondito "segreto", ha già ben presente il tipo di gusto che prima ricerca e poi promuove e propone. Non può mica andare a casaccio tra pizzicagnoli e ortofrutticoli, sperando di pescare la lettera mancante o che tra gli astanti ci siano gli ostrogoti di cui sopra..

"caro, ti affido Nozze di Figaro, un precotto, devi solo spacchettare il cellophan"
Ma porcaciccina, in quell'opera c'è insieme quel che è stato e quel che sarà, puoi leggerci la chiave interazionale uomo-donna in almeno tre modalità/età diverse, puoi leggerci l'eco dell'imminente stravolgimento epocale che porterà al capitombolo di un sistema sociale secolare di là ad un paio d'anni, puoi leggerci l'apice del teatro in musica, puoi incantarti nei concertati dei finali intermedi (i finali di ogni atto per intenderci, con quello del terzo a 7 voci dispari..)...non basta il tempo di una vita per trovarci spunti e riflessioni e mannaggia ad aver il tempo di una sola vita a disposizione....
e intanto c'è chi mestola...

In conclusione? Ben venga l'apertura e l'opportunità ad una nuova generazione che eviti - se possibile - l'ammuffimento-mausoleo e fornisca un'impronta non sovrapponibile al tempo precedente (sennò io sto a posto con i miei scaffaletti di cd sparsi per casa e non), ma se la si chiama,la meglio gioventù, si deve avere il coraggio di affidarle il doppione-chiavi della dispensa della cucina.

Che poi debba essere parte del curriculum indispensabile avere conoscenza sia delle caratteristiche dei luoghi (prendersi una decina di giorni a stagione e gironzolare tra i dieci-dodici palcoscenici serie A da spettatore potrebbe esser d'aiuto-consapevolezza critica).


Per concludere, a proposito dell'infinitezza non esauribile o dell'essenza per la quale certa musica è "non confinabile in alcun precotto"...


Da "Ali della Libertà"..


......

Esulando dalla parentesi debutto scaligero, l'altra cosa che mi ha lasciato perplessa riguarda i consigli d'ascolto per chi è a digiuno musica-classica :scrivocorreggo : tutti ottocenteschi :director xattento come se prima (e cito solo Bach sennò la lista sarebbe un papello) e dopo (e cito Stravinski sennò la lista.....ok sarebbe di poche righe rispetto all'altra..ok xgiocare )...
insomma Battitestone xmuto non si può partire dalla Quinta di Ludwig xespulso ....ma comm se fa a scordarsi Johanno e Wolfango....e poi nemmen l'ombra di un xitaly
non si fa così ufff xpicchio :piangi
ok scusate xtimore