Write comments

Petruska - Rai5

23/10/2011, 16:24

 

    Petruska - sabato Rai5 - dalle 10.15

    Un viaggio nel mondo della grande musica con Michele dall’Ongaro. Quindici puntate in onda il sabato dal 15 ottobre


    Cosa hanno in comune un orologiaio e Ravel? Una psicanalista e Mahler? Un architetto e Brahms, un maestro di scacchi e Bach, un economista e Mozart? Lo racconta “Petruška”, il nuovo programma di Rai5 dedicato alla musica classica e sinfonica.
    Quindici puntate nelle quali Michele dall’Ongaro incontra personaggi e ospiti, propone filmati, partiture e suoni legati a un autore, a una scuola, a un’opera, a un periodo o a un determinato Paese. Durante la trasmissione, inoltre, si “leggono” le partiture, si esplorano i segreti dei compositori, degli strumenti e del loro linguaggio, e si incrociano le opere musicali con le esperienze di artisti, intellettuali e professionisti.

    Le tecniche, gli effetti collaterali, i riflessi sul costume, la società e i mezzi di comunicazione diventano gli strumenti per scoprire il mondo della grande musica e dell’orchestra. In particolare dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, presente con i racconti e le esperienze dei suoi componenti e delle sue prime parti, che confessano i segreti del mestiere alle telecamere, proponendo esempi musicali e testimonianze.

    Scenario e sfondo di questi incontri è la città di Torino: i suoi spazi, i monumenti, i giardini, le terrazze, i musei, i locali, i vicoli e le piazze. Una città che si fa palcoscenico di questo viaggio musicale, grazie al lavoro del Centro di Produzione Tv della Rai di Torino.

    “Petruška”– il cui titolo evoca la marionetta protagonista del celebre balletto di Igor Stravinskij – arricchisce l’offerta musicale di Rai 5, che da tempo dedica il sabato mattina alla musica sinfonica. La nuova trasmissione, della durata di mezz’ora, introduce un concerto impaginato appositamente nel quale vengono eseguite opere dei compositori protagonisti del programma stesso.Čajkovskij, Brahms, Prokof’ev, Beethoven, Mozart, Gershwin e Bernstein tra i primi autori affrontati nella serie televisiva e successivamente proposti nelle esecuzioni musicali affidate all’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai (ma non solo), con solisti e direttori di grande prestigio, come Claudio Abbado, Riccardo Muti, Georges Prêtre, Valery Gergiev, Zubin Mehta, Gustavo Dudamel, Giuseppe Sinopoli, Daniel Harding, Martha Argerich, Sabine Meyer, Julia Fischer.
    “Per la Rai un nuovo, originale format televisivo – dicono gli autori - che nutre l’ambizione di far partecipare il pubblico al piacere della musica, per condividerne le emozioni e forse qualche segreto”.


    Sabato 22 ottobre alle 10.15 - "Trasformismo in musica" con Arturo Brachetti


    Come può un flauto imitare il canto di un uccello? O l’oboe il verso di un anatra? Come riesce il clarinetto a prendere le sembianze di un gatto? Lo racconta la seconda puntata di “Petruška”, il nuovo programma di Rai5 dedicato alla grande musica, intitolata “Il trasformismo in musica”. Partendo da alcuni esempi storici di “trasformazioni musicali”, come il “Preludio n. 1” del “Clavicembalo ben temperato” di Bach, divenuto poi accompagnamento per la celebre “Ave Maria” di Gounod, Michele dall’Ongaro scopre la straordinaria capacità della musica di imitare sé stessa e la natura, trasformandosi e citandosi. Ospiti della puntata cinque prime parti dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai che, sul tetto del Centro di Produzione TV della Rai di Torino, mostrano come i loro strumenti si trasformino nei vari personaggi di “Pierino e il lupo” di Prokof’ev. Ma un tema come il trasformismo non poteva essere affrontato senza il contributo del trasformista per eccellenza: Arturo Brachetti, che nella splendida cornice del Teatro Gobetti di Torino racconta il suo affascinante mestiere. A seguire, alle 10.30, un concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai diretto da Wayne Marshall, che propone proprio la fiaba musicale di Sergej Prokof’ev “Pierino e il lupo”, e ha come protagonista lo stesso Arturo Brachetti, con le sue mirabolanti trasformazioni.


    Sabato 15 ottobre - “Čajkovskij: la musica che danza”

    Un’imprevedibile ed “esplosiva” esecuzione dell’ “Ouverture 1812”, quella del film “V per Vendetta” di James McTeigue, introduce il mondo di Čajkovskij: compositore dall’enorme popolarità, che si è dedicato con uguale successo a tutti i generi musicali, dall’opera alla sinfonia, dalla musica da camera al concerto. Ma probabilmente è il balletto ad averlo reso noto a tutti: titoli come “Lo Schiaccianoci” o “Il lago dei cigni” sono entrati prepotentemente nell’immaginario collettivo. In realtà tutta la musica di Čajkovskij sembra essere dominata dalla danza: c’è sempre nei suoi lavori, anche in quelli che non sono nati per il teatro, un momento in cui la musica sembra “infilarsi un tutù” e iniziare a danzare.Alla scoperta della sua arte ci guidano le prime parti degli archi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai che, sul suggestivo e panoramico tetto dell’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino, svelano il segreto di una “melodia fantasma”. Il viaggio continua poi con il primo violoncello, Massimo Macrì, che racconta il rapporto del suo strumento con la musica del grande compositore russo. Infine è la volta dell’ospite speciale, che in questa prima puntata è Francesco Ventriglia: danzatore, coreografo e Direttore di Maggio Danza, il corpo di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino. Nella splendida cornice del Parco del Valentino, con lo sfondo della Fontana delle Quattro Stagioni, Ventriglia racconta a Michele dall’Ongaro alcuni segreti del suo mestiere, e come la musica di Čajkovskij sia la più “comoda” possibile proprio in virtù della sua anima danzante.

Re: Petruska - Rai5

24/10/2011, 15:17

 

    Petruška

    In onda su Rai5 il sabato alle 10.15

    Sabato 29 ottobre - "il cantiere Brahms”


    È il celebre film con Ingrid Bergman “Le piace Brahms” a introdurre la terza puntata di “Petruška”, il nuovo programma di Rai5 dedicato alla grande musica, intitolata “Cantiere Brahms”. Michele dall’Ongaro svela i segreti del grande compositore tedesco, grazie al contributo di filmati ed esempi al pianoforte e analizzando il sul modo unico di costruire grandi architetture musicali. Per questo Brahms è paragonato alla figura di un architetto, come viene spiegato con l’aiuto di un architetto vero, Benedetto Camerana, incontrato su una delle sue opere più celebri: la Passerella Olimpica divenuta simbolo delle Olimpiadi di Torino 2006.
    L’arte di Brahms è raccontata anche con il contributo di Alessandro Milani, primo violino dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, che sulla Pista del Lingotto di Torino racconta il suo meraviglioso strumento e il modo in cui Brahms lo utilizzò.

    A seguire un concerto dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai interamente dedicato a Brahms, con la sua “Quarta Sinfonia” proposta nell’originale e intensa interpretazione di Nicola Luisotti.

Re: Petruska - Rai5

12/12/2011, 19:55

Il programma è video-seguito in AreaIscritti
Write comments

Stile Desktop / Stile Mobile